Europa e Campionato. Nessuno come la Lazio

Simone Inzaghi, alla guida della Lazio dal 2016

Vittoria in Champions League e successo in campionato. Nessuno come la Lazio di Simone Inzaghi. Dopo aver bagnato con un convincente successo l’esordio nella massima competizione europea, sconfiggendo il Borussia Dortmund con un netto 3-1, la squadra biancoceleste ha saputo ripetersi contro il Bologna, battuto allo stadio Olimpico 2-1. C’era attesa e curiosità per vedere la prestazione della squadra. Soprattutto per verificare la prestazione in campionato pochi giorni dopo una sfida nella quale la squadra aveva speso tante energie. Fisiche e mentali. Ma la Lazio di Inzaghi ha dimostrato di poter reggere il doppio impegno settimanale. Certo, il calendario, che ha permesso ai biancocelesti di giocare due volte allo stadio Olimpico, ha dato una mano. Ma il modo di preparare la sfida e la capacità di saper soffrire contro gli uomini di Mihajlovic, hanno rappresentato per la Lazio un’arma in più.

Luis Alberto in azione durante Lazio-Bologna

La Lazio, conscia di aver speso molto durante la sfida contro Holland e compagni, ha gestito le forze. Ha evitato di andare forsennatamente all’attacco nei primi minuti, per giocarsi il tutto per tutto nella ripresa, quando i suoi uomini migliori (Luis Alberto e Immobile) sono usciti alla distanza. Un atteggiamento che ha pagato, regalando tre punti d’oro. Nessuno, tra le altre italiane impegnate in Champions ha saputo fare altrettanto. La Juventus, dopo la vittoria a Kiev ha impattato, con tanta fatica contro il Verona. L’Inter, corsara a Genova, aveva steccato l’esordio in Champions contro i tedeschi del Borussia M’Gladbach, raggiungendo il pari solo nel finale. Ancora peggio ha fatto l’Atalanta, che dopo la netta vittoria sul campo del Midtjiland, ne ha presi tre in casa dalla Sampdoria.

Inzaghi ha tracciato la linea da seguire. Ora si attende con curiosità la preparazione delle trasferte internazionali. In una settimana la sua Lazio andrà prima in Belgio, poi a Torino, infine a San Pietroburgo. Li testeremo l’affidabilità della rosa in vista di impegni difficili e ravvicinati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*