INZAGHI: SERVE UMILTA’ CATTIVERIA E DETERMINAZIONE”

Simone Inzaghi, alla guida della Lazio dal 2016

Tanto bella contro il Borussia, quanto deludente contro la Sampdoria. Simone Inzaghi è convinto che sia tutta una questione di testa. “In campo servono umiltà, cattiveria, motivazione. Credo che la gara di Genova sia frutto delle motivazioni. Ora giochiamo ogni tre giorni ed è una fortuna, perchè ci siamo meritati sul campo la possibilità di affrontare la Champions League e abbiamo bisogno di rotazioni. Non vuole essere una scusante, ma a Genova ci mancavano tantissimi giocatori e non è facile. Reina? L’ho voluto fortemente e c’è la possibilità che domani giochi. Ma non perchè Strakosha ha demeritato”.

Nelle rotazioni potrebbe toccare ad Akpa Akpro, anche in considerazione delle condizioni di Milinkovic. “Ha preso una botta contro il Borussia. Lo valuteremo oggi, ma confido nel suo recupero. Akpa si è presentato in ritiro con grande determinazione Ha giocato e bene con il Borussia. Può farlo anche domani”.

Domani la sfida al Bologna di Sinisa Mihajlovic. “Sarà una partita insidiosa, va affrontata nel migliore dei modi, il Bologna ha raccolto meno di quanto avrebbe meritato nelle prime partite”.

Una Lazio straordinaria in Champions League, meno in campionato. Esiste il rischio di sottovalutare l’impegno in campionato, come fatto lo scorso anno con l’Europa League? “Assolutamente no, anche perchè sappiamo che le prestazioni in Champions League passano per ciò che si ottiene in campionato e abbiamo bisogno di punti. Muriqi? Può giocare. Martedì è entrato bene, così come Caicedo. Ho la fortuna di avere quattro punte straordinarie e sono importanti i giocatori che partono dall’inizio così come quelli che subentrano”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*