La favola di Akpro

Akpa Akpro festeggia insieme ad Immobile il gol contro il Borussia Dortmund

Esordio con gol in Champions League. Probabilmente neanche lui avrebbe sognato un battesimo così. Dalla Salernitana alla Lazio, dalla serie cadetta alla competizione europea più importante. Akpa Akpro ha vissuto ieri sera una delle notti più belle della sua storia. E’ entrato nel momento più caldo e difficile della partita. Per sostituire un monumento come Milinkovic e reggere all’urto del Borussia, che spingeva per rientrare in partita. Akpro non si è perso d’animo: si è piazzato davanti alla difesa al fianco di Leiva e ha regalato sostanza e dinamismo ad una difesa che arrancava. Poi, si è lanciato in attacco seguendo lo scatto di Immobile; quando ha visto il suo capitano lanciare il pallone al centro dell’area di rigore non ci ha pensato due volte e per un attimo si è trasformato nel suo amico Drogba. Un gol che ha chiuso la gara. Che ha regalato alla Lazio il successo nell’esordio in Europa e che apre scenari impensabili per il futuro suo e della squadra.

Akpa Akpro si è regalato una notte magica. Mentre i suoi ex compagni giocavano a Vicenza, lui esordiva in Champions League ed entrava nella storia. Inzaghi si fida di lui: lo ha voluto testare in ritiro e non ha avuto dubbi nel gettarlo nella mischia in tre delle quattro gare di campionato. Akpro è quel mediano che in rosa manca dai tempi di Onazi e al quale affidarsi nei momenti più caldi delle gare: quando la difesa soffre. Quando c’è bisogno di muscoli e corsa. Quando bisogna regalare quantità. Inzaghi è pronto a lanciarlo nella mischia. Anche sabato contro il Bologna. Per vivere un’altra notte magica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*